Archivio tag: olio

Cotolette del tassista, un modo insolito di utilizzare la mortadella

La mortadella è un insaccato tipicamente italiano a basa di carne triturata suina e bovina o solamente suina.

Due ipotesi sono state formulate per spiegare l’origine di un nome così inconsueto in salumeria. La prima, più credibile, è collegata al fatto che i lavoranti della corporazione bologhese dei “salaroli”, ossia dei salumieri, pestavano le carni a lungo nel mortaio fino a ridurle ad un impasto roseo ed omogeneo, da mescolare poi con i cubetti di lardo e il pepe in grani; la seconda, esposta in qualche storia francese della cucina, si collegherebbe con l’abitudine di profumare l’impasto con bacche di mirto ( e quindi, il nome esatto dovrebbe essere mirtadella). Ma tale aggiunta di bacche aromatiche non figura in nessun ricettario: la sola variante alla preparazione tradizionale  è quella, in certe province italiane, di pistacchi verdi.

La mortadella è una specialità tipicamente bolognese; ma tutti i salumifici ne producono in quantità enormi. Si tratta infatti del salume più venduto in Italia: ragioni di tale successo sono il costo, basso rispetto a quello di altri insaccati, e il sapore gradevole.

Continua a leggere

Saporite melanzane alla provenzale

melanzaneripiene La melanzana è una pianta probabilmente originaria dell’India.

Il frutto è una bacca voluminosa con buccia lucente, spessa, e polpa fibrosa, dura e di sapore amaro che diventa tenera e gradevole con la cottura.

Le diverse varietà sono caratterizzate dalla forma del frutto e dal suo colore (nero-violetto, viola chiaro, porporino, bianco).

Il loro uso in cucina è molto discontinuo: nell’Italia Settentrionale compaiono raramente in tavola cucinate, per lo più, senza fantasia, mentre nel Sud, ed in particolare in Sicilia, sono un cibo insostituibile e contano un ricettario molto ricco e variato.

Si va dalle paste asciutte come la pasta alla Norma, alle guarnizioni; inoltre, messe sott’olio, le melanzane costituiscono un ottimo antipasto.

Eguale entusiasmo nella cucina mediorientale e in quella turca.

Per prepararle a qualsiasi uso è necessario che le melanzane vengano tagliate in fette, più o meno sottili, cosparse di sale (preferibilmente grosso)  da entrambi i lati e poste a scolare per almeno un paio d’ore. Questo procedimento fa sì che esse perdano il loro liquido amaro.

Prima di utilizzarle per la preparazione desiderata è necessario sciaquarle e asciugarle su un panno. Continua a leggere

Fusilli agli asparagi

fusilli asparagi
Un piatto di straordinaria raffinatezza che riuscirete a preparare in meno di mezz’ora senza troppa difficoltà. L’asparago è originario della Mesopotamia antica, cioè l’attuale Irak, e la sua coltivazione iniziò in Italia nel ‘500. Ancora oggi è un ortaggio considerato alimento di lusso. Continua a leggere

Insalata di lattuga con barbabietole

Lattuga3Se desiderate un piatto leggero, per non appesantirvi, o se siete amanti della lattuga o lo siete diventati perché i kili di troppo vi hanno stufato, allora un piatto semplice e consigliato è una ricca insalata di lattuga e barbabietole.

La lattuga è coltivata nell’area del Mediterraneo da oltre 5 mila anni ed era già conosciuta da greci e romani, i quali la mangiavano cotta. Solamente a partire dal ‘700 si impone l’abitudine di gustarla cruda.

La preparazione è estremamente facile, anche chi non è capace a destreggiarsi in cucina può occuparsene.

Con le dosi riportate è possibile preparare un’insalata abbondante per quattro (o più o meno, a seconda dell’appetito…) persone.

Continua a leggere