Archivio della categoria: Primi piatti

Minestra d’orzo e fagioli, sostanzioso primo piatto

L’ orzo è un cereale usato, nei Paesi europei, soprattutto per la preparazione della birra.

Si tratta di un cereale a grande adattabilità ecologica, ed è diffuso dalle regioni nordiche a quelle tropicali, dal livello del mare alle zone montane.

L’uso dell’orzo in grani, nelle ricette attuali, è la testimonianza diretta della cucina preistorica, quando, prima di scoprire la macinazione e l’abburattamento, gli uomini si accontentavano di far bollire i semi dei cereali, rendendoli commestibili.

L’orzo che entra nelle nostre cucine è quello decorticato che cuoce in tempo minore rispetto all’orzo integro, ed è più facilmente digeribile.

Si distinguono l’orzo mondo – o mondato – da cui si è tolto solo il primo rivestimento superficiale  del chicco e l’orzo perlato, completamente privo di crusca. E’ soprattutto il perlato ad essere scelto per la preparazione di minestre in brodo, mentre l’orzo mondo, più resistente alla cottura e dal sapore meno delicato, serve per preparare minestroni, zuppe e sostituisce la pasta in minestre sostanziose di fagioli.

Molto usata in passato, per preparare focacce e pani meno pregiati di quelli di farina di frumento – nella Bibbia se ne parla spesso – la farina d’orzo è quasi scomparsa.

Continua a leggere

Aggiungere fantasia alle tagliatelle con l’effetto paglia e fieno

“Paglia e Fieno” è un nome di fantasia e grande successo lanciato qualche decennio fa dalle trattorie caratteristiche. Si tratta di fettuccine – o tagliatelle, tagliolini, lasagnette e simili – per metà all’uovo, normali, e per l’altra metà all’uovo e spinaci, cotte insieme e condite di solito “in bianco”, con un accostamento dei due colori, il giallo chiaro e il verde, gradevole e tale da ricordare, appunto, la paglia secca e il fieno.

E’ un abbinamento che figura già, da sempre, nelle lasagne alla bolognese, in cui si alternano strati di sfoglia gialla e verde, e ha valore soprattutto per l’occhio, in quanto, così  frammiste, le tagliatelle, condite nello stesso modo, hanno press’a poco il medesimo gusto.

E’ un piatto disapprovato dai tradizionalisti, che vedono in esso una specie di utilizzazione degli avanzi, conditi, per di più, con elementi estranei (specie la panna) alle regole fondamentali della cucina italiana.

Le tagliatelle paglia e fieno possono essere preparate in casa, come qualsiasi pasta fresca, oppure con pasta secca acquistata già pronta.

Continua a leggere

Gustiamoci una frittata di spaghetti

frittata-di-spaghetti Eccovi una ricetta che anche i meno esperti in cucina sapranno realizzare velocemente. La frittata è il piatto classico cui i contadini ricorrevano per preparare una pietanza sostanziosa con poveri elementi, così per secoli è stata considerata tipica della cucina povera, anche perché permetteva di riutilizzare gli avanzi. Continua a leggere

Fusilli agli asparagi

fusilli asparagi
Un piatto di straordinaria raffinatezza che riuscirete a preparare in meno di mezz’ora senza troppa difficoltà. L’asparago è originario della Mesopotamia antica, cioè l’attuale Irak, e la sua coltivazione iniziò in Italia nel ‘500. Ancora oggi è un ortaggio considerato alimento di lusso. Continua a leggere

Pasta con i cavoli

pasta con i cavoliAdesso che la temperatura sta cambiando… e le giornate si rinfrescano, ritorna il tempo giusto per mettere da parte i piatti freddi…e realizzare una buona teglia di pasta al forno gratinata a base di cavolo.

Qui di seguito vedremo com’è semplice e veloce la preparazione di tale piatto. Continua a leggere

Risotto Carnaroli con provola affumicata

Risotto-provola-affumicataLa cucina italiana è ricca di risotti, tra questi abbiamo il risotto pavese, una varietà denominata Carnaroli, nato nel 1945 dall’incrocio tra il “lencino” e il “vialone”. Questo riso superfino va condito con dadini di provola affumicata, un formaggio tipico delle regioni del Sud Italia che, dopo la metà dell’Ottocento, si cominciò a produrre anche al Nord.

Continua a leggere

Come preparare la panzanella toscana

panzanellaLe verdure hanno sempre avuto un’importanza fondamentale nell’alimentazione dell’uomo, dai tempi più antichi proseguendo nei secoli fino ai giorni nostri.

Anche il pane è sinonimo di vita e fin dai tempi antichi è stato per l’uomo anche un mezzo per ingraziarsi divinità e buona sorte fino a diventare simbolo della religione cristiana.

Il pane comune è quello preparato solo con farina di grano tenero, lievito e acqua, con aggiunta facoltativa di sale. Ma esistono molte altre varianti regionali che danno al pane un gusto e una consistenza diversa.

Il piatto che presentiamo oggi nase dalla combinazione di questi due alimenti importanti nella vita dell’uomo. Vedremo come semplicemente con un pò di pane e qualche verdura è possibile preparare una pietanza leggera, gustosa e che può essere considerata anche un piatto unico.

Le dosi riportate sono per 4 persone.

Continua a leggere

Portiamo il Giappone in cucina: il sushi

sushiIl pesce è sempre stato un cibo importante per l’uomo, che ha escogitato metodi sempre più perfezionati per conservarlo in modo appetibile e perperiodi sempre più lunghi.

I pesci hanno carni molto simili quelle degli animali a sangue caldo, cambia però la struttura del tuessuto muscolare e i grassi sono molto più spesso insaturi. Si conoscono oltre 30 000 specie di pesci: per la maggior parte sono specie marine ma numerose anche di acqua dolce e alcune vivono in acque miste, cioè nel punto dove l’acqua dei fiumi si mescola a quella del mare.

Esistono diverse tipologie di cottura del pesce, ma è possibile pure preparare piatti prelibati con del pesce crudo (i Giapponesi sono maestri in questo campo). Le  preparazioni più famose a base di pesce crudo sono il sushi e il sashimi.

Impareremo ora come preparare il sushi, piatto adatto per tutte le stagioni, l’importante è la freschezza del pesce.

Le dosi riportate sono per 4 persone.

Continua a leggere

Prepariamo le lasagne al pesto

lasagne al pestoUna volta le ragazze erano giudicate pronte per il matrimonio solo se erano capaci di tirare la sfoglia per la pasta senza romperla. Questo succedeva soprattutto in campagna, dove la tradizione della cucina italiana era più radicata e antica. Del resto le lasagne erano un piatto abituale per i Romani e che, per esempio, Orazio apprezzava molto nella classica versione mediaterranea, cioè con fagioli e cipolla.

Oggi esistono diverse varianti di lasagna, adatte a tutte le stagioni e a tutti i palati, anche a quelli più raffinati.

Vediamo ora come preparare la lasagna al pesto, gustosa ma allo stesso tempo leggera e quindi adatta al periodo estivo.

Le dosi riportate sono per 4 persone.

Continua a leggere

Insalata di riso con melone e rucola: i colori dell’estate sulla nostra tavola

insalata di riso con melone e rucolaVolete uscire dalla monotonia, ma sulle vostre tavolate estive non potete fare a meno dell’isalata di riso? Avete voglia di sapori freschi e leggeri? Allora proviamo a prepare insieme una buonissima e coloratissima insalata di riso con melone, rucola, prosciutto crudo e scaglie di parmigiano.

Le dosi riportate sono per 4 persone.

Continua a leggere