Archivio della categoria: Proprietà degli alimenti

Soia: legume versatile e gustoso

SoiaLa soia è un legume utilizzato nell’alimentazione sia umana che animale da sempre, poichè ricco di proteine e di facile assimilazione.
Normalmente si utilizzano i semi di differenti varietà di soia, legume preziosissimo e fondamentale essi possono consumarsi interi, spesso fermentati oppure macinati e impiegati in molteplici preparazioni. Dai semi e dalla loro spremitura si estrae anche l’olio di semi soia alimento spessissimo utilizzato in cucina per friggere o per condire insalate o sottoli in modo leggero e gustoso. Della soia anche i germogli sono commestibili e comunemente utilizzati in moltissime preparazioni orientali come ad esempio gli involtini primavera o i germogli di soia in agrodolce. Inoltre sarà familiare a tutti il nome della lecitina estratta dalla soia ed impiegata in moltissime preparazioni industriali come agente emulsionante (E322).
Dal latte di soia, viene prodotto un alimento che è diventato uno dei pilastri dell’alimentazione vegetariana e vegana e ottima alternativa alla carne, il tofu o “formaggio di soia”, esso è prodotto a partire dal latte di soia che, una volta cagliato, diventa come un formaggio e che può essere usato sodo o fritto. Il tofu è per lo più insapore e ha una consistenza soda ma morbida, quindi per insaporirlo bene potrete lasciarlo a marinare in olio e limone insieme ad erbe profumate come timo, rosmarino oppure origano o utilizzando qualche cucchiaio di gustosissima salsa di soia anche per una notte intera e poi aggiungerlo alle vostre preparazioni come ad esempio una ricca insalata colorata e nutriente.

Saporite melanzane alla provenzale

melanzaneripiene La melanzana è una pianta probabilmente originaria dell’India.

Il frutto è una bacca voluminosa con buccia lucente, spessa, e polpa fibrosa, dura e di sapore amaro che diventa tenera e gradevole con la cottura.

Le diverse varietà sono caratterizzate dalla forma del frutto e dal suo colore (nero-violetto, viola chiaro, porporino, bianco).

Il loro uso in cucina è molto discontinuo: nell’Italia Settentrionale compaiono raramente in tavola cucinate, per lo più, senza fantasia, mentre nel Sud, ed in particolare in Sicilia, sono un cibo insostituibile e contano un ricettario molto ricco e variato.

Si va dalle paste asciutte come la pasta alla Norma, alle guarnizioni; inoltre, messe sott’olio, le melanzane costituiscono un ottimo antipasto.

Eguale entusiasmo nella cucina mediorientale e in quella turca.

Per prepararle a qualsiasi uso è necessario che le melanzane vengano tagliate in fette, più o meno sottili, cosparse di sale (preferibilmente grosso)  da entrambi i lati e poste a scolare per almeno un paio d’ore. Questo procedimento fa sì che esse perdano il loro liquido amaro.

Prima di utilizzarle per la preparazione desiderata è necessario sciaquarle e asciugarle su un panno. Continua a leggere

Mele caramellate all’americana, deliziosa e nutriente merenda

mele-caramellateLa mela è il frutto prodotto da un albero della famiglia delle Rosacee già conosciuto dai Romani.

La buccia è liscia, di colore uniforme o sfumato, variabile dal giallo verdastro, al rosa, al rosso intenso; anche la polpa ha un colore variabile, dal bianco al verde pallido o al giallo rosato.

Di questo frutto si conoscono oltre 7000 varietà.

Le mele contengono un enzima detto ossidasi, particolarmente abbondante in alcune varietà, che provoca il rapido annerimento del frutto tagliato.

Per ciò che riguarda l’uso in gastronomia, occore fare una distinzione fondamentale fra la cucina italiana (e, in genere, quella delle zone del mediterraneo) e le gastronomie del centro Europa: da noi le mele sono usate come frutta fresca oppure come elemento da elaborare in pasticceria; nella zona interna del nostro continente questo frutto, specie nei tipi aciduli, viene invece utilizzato anche in cucina, per accompagnare piatti più sostanziosi , ed in particolare quelli di maiale. Questa tradizione europea risale al nostro Rinascimento, quando erano gli italiani ad imporre piatti dolci e salati.

I pregi delle mele sono molti: si conservano bene, anche senza speciali accorgimenti, per molte settimane; si prestano ad essere cotte intere, con la buccia o senza, in tegame o al forno, con quantità di zucchero che variano, senza compromettere la riuscita, a seconda dei gusti personali; servono per preparare marmellate, puree, dolci di ogni tipo. Si adattano anche ad essere servite come contorno, come avviene in molti Paesi, specie nell’Europa centro-settentrionale, da sole, o assieme a patate o altro.

Cuocendo le mele intere, con la buccia, è bene liberarle dal torsolo, usando uno scavino: si ottiene uno spazio centrale in cui inserire lo zucchero che, unitamente al succo di mela, dà un eccellente caramello.

I modi di gustare le mele sono molteplici e, accanto alla classica torta, sono buonissime anche caramellate, tipico modo di gustarle americano.

Continua a leggere

Tutto ciò che è bene sapere sulle mandorle

La mandorla può esseremandorle definita la frutta secca più amata per eccellenza, i paesi che maggiormente la producono sono l’Italia, la Turchia, la Grecia, la Spagna, il Marocco. Appartengono alla famiglia della Rosacee, e possiamo distinguerne due varietà: una dolce ed una amara. Continua a leggere

Il finocchio: per una digestione più facile e serena

finocchioIl finocchio, originario del mediterraneo, è oggi diffusissimo in tutta europa, e ne possiamo individuare ben due qualità: amaro e dolce.

E’ generalmente inserito in tutte le diete ipocaloriche, data la scarsissima presenza di calorie in esso presente, ma da non sottovalutare sono le diverse proprietà curative di tale alimento. Continua a leggere

L’olio extravergine di oliva: il migliore alimento della nostra tavola

olio extravergine di oliva L’olio extravergine di oliva è divenuto oramai un alimento indispensabile, lo utilizziamo infatti indifferentemente a pranzo, a cena, come complemento del condimento di un primo, di un secondo, e dell’insalata; talvolta un panino condito con sale, olio e origano, magari tostato, rappresenta un break ottimo e nutriente. Insomma…un tocco di olio extravergine di oliva rende ogni piatto più gustoso e salutare, grazie alle innumerevoli proprietà benefiche che detiene.

Continua a leggere

Il miele: bontà e salute

MieleIl miele, alimento prezioso che affonda le sue radici in tempi lontanissimi, è da sempre considerato un prodotto raro e pregiato per le sue innumerevoli  proprietà terapeutiche.

Oggi è addirittura utilizzato come valido rimedio casalingo per la cura e la bellezza della pelle e dei capelli, in particolare come ricostituente dopo periodi di stress intensi che sicuramente mettono a dura prova anche le pelli e le chiome più giovani. Continua a leggere

Il segreto per un corpo sano e bello? Vitamine e sali minerali

fruits-and-vegetables Viviamo oggi in un’era in cui si presta molta attenzione   all’alimentazione, ma pochi ancora sono consapevoli della stretta correlazione tra il cibo e ciò che siamo… Anche la scienza è oramai concorde nell’attribuire la causa di numerosi disturbi di entità più o meno lieve alla tipologia e qualità di cibo che ingeriamo. In particolare fondamentale è la funzione delle vitamine nel nostro organismo, piccole “operaie” all’ interno del nostro corpo grazie alle quali avviene lo sviluppo di quest’ultimo, ma anche la risoluzione di disturbi cronici apparentemente inspiegabili. Continua a leggere

Sapori mediterranei: abbiniamo al meglio il vino alle nostre pietanze

il vinoIl vino costituisce da sempre un elemento peculiare della civiltà mediterranea, poiché possiede delle qualità che nutrono il nostro corpo ma anche il nostro spirito e per questo è sempre presente in tavola, pronto ad allietare grandi e piccole compagnie. Conoscere e seguire dei piccoli accorgimenti vi aiuterà ad esaltare maggiormente il suo sapore e quello dei cibi che gustiamo in tavola.
Prima di tutto dobbiamo ricordarci che il vino bianco va stappato nel momento in cui dobbiamo consumarlo, quello rosso invece in tempi anticipati, questo permette di allontanare l’odore di chiuso e di aumentare le sue capacità organolettiche. Inoltre, il vino bianco va servito a basse temperature; il rosso, al contrario, a temperature più alte, che solitamente corrispondono alla temperatura ambiente, le quali  coprono il sapore amaro dei suoi componenti. Continua a leggere

Cultura e tradizione: la sagra del pistacchio di Bronte

pistacchio di bronteIl pistacchio, elemento dai colori e dalle qualità organolettiche, costituisce una risorsa unica per diversi paesi situati alle pendici dell’Etna, pensiamo ad Adrano, a Biancavilla, ma soprattutto a Bronte, dove lo scorso 9 Giugno si è giunti ad un traguardo che si inseguiva da anni: all’interno della Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea, infatti, il pistacchio verde di Bronte ha ricevuto la Denominazione di Origine Protetta, grazie alla quale adesso questo importante alimento è identificato e protetto dagli abusi e dalle contraffazioni che da sempre lo hanno interessato.

Per questo, ma soprattutto per la passione che spinge i brontesi ad occuparsi della coltivazione di questa importante risorsa economica, molti anni fa è stata ideata la sagra del pistacchio di Bronte, la quale si configura come la più importante manifestazione del piccolo borgo etneo, volta ad esaltare il gusto e le benefiche proprietà dell’ “oro verde”, il quale, relativamente alla specie botanica della “pistacia vera”, è di esclusiva produzione del territorio siciliano, coperto in gran parte da questa pregiata coltivazione. Continua a leggere