Archivio della categoria: A base di

Soia: legume versatile e gustoso

SoiaLa soia è un legume utilizzato nell’alimentazione sia umana che animale da sempre, poichè ricco di proteine e di facile assimilazione.
Normalmente si utilizzano i semi di differenti varietà di soia, legume preziosissimo e fondamentale essi possono consumarsi interi, spesso fermentati oppure macinati e impiegati in molteplici preparazioni. Dai semi e dalla loro spremitura si estrae anche l’olio di semi soia alimento spessissimo utilizzato in cucina per friggere o per condire insalate o sottoli in modo leggero e gustoso. Della soia anche i germogli sono commestibili e comunemente utilizzati in moltissime preparazioni orientali come ad esempio gli involtini primavera o i germogli di soia in agrodolce. Inoltre sarà familiare a tutti il nome della lecitina estratta dalla soia ed impiegata in moltissime preparazioni industriali come agente emulsionante (E322).
Dal latte di soia, viene prodotto un alimento che è diventato uno dei pilastri dell’alimentazione vegetariana e vegana e ottima alternativa alla carne, il tofu o “formaggio di soia”, esso è prodotto a partire dal latte di soia che, una volta cagliato, diventa come un formaggio e che può essere usato sodo o fritto. Il tofu è per lo più insapore e ha una consistenza soda ma morbida, quindi per insaporirlo bene potrete lasciarlo a marinare in olio e limone insieme ad erbe profumate come timo, rosmarino oppure origano o utilizzando qualche cucchiaio di gustosissima salsa di soia anche per una notte intera e poi aggiungerlo alle vostre preparazioni come ad esempio una ricca insalata colorata e nutriente.

Ricetta pumpkin pie la torta di Halloween

pumpking-pieLa Pumpkin pie è la tradizionale torta di Halloween americana, grazie alla grande disponibilità della zucca rossa è un dolce tipico di questo periodo autunnale.

Ecco come si prepara la ricetta della Pumpkin pie:

Preparate la pasta frolla in modo classico, impastando il burro e la farina e poi a poco a poco lo zucchero e poi le uova. Ottenuto il composto, avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare in frigo per 20 minuti.

Preparazione del ripieno:

Fate bollire molto bene la zucca rossa finché non sarà quasi sfatta e schiacciatela bene facendo uscire il liquido in eccesso. In un’altra terrina mescolate l’uovo con lo zucchero di canna e un pizzico di noce moscata e aggiungete la zucca e amalgamate il tutto. La panna deve essere montata a neve servirà per decorare la vostra fantastica pumpkin pie.

Siete adesso pronti per comporre la vera pumpkin pie.
Foderate la vostra tortiera da 20 cm di carta da forno spianate la pasta frolla assottigliata a circa mezzo centimetro, coprite bene gli angoli e tagliate la pasta in eccesso. Versate quindi la zucca al centro. Dopo aver preriscaldato il forno a 160° infornate per un’ora. Una volta cotta lasciatela raffreddare fuori dal forno e infine aggiungete la panna.

Buon appetito!

Omelette, un classico della cucina francese

L’omelette è una frittata di due o più uova (uno chef abile può arrivare ad otto, ma in casa è bene non superare le quattro o al massimo le sei) che, nell’ultima fase di cottura, viene ripiegata in due, come un grosso raviolo, o in tre parti, in modo da racchiudere una guarnizione, se la ricetta la prescrive, o semplicemente per conservare l’omelette morbida e “bavosa” nell’interno, mentre la superficie è leggermente dorata.

Il nome, secondo l’Academie des Gastronomes, verrebbe da un piatto dell’antica Roma, una frittata di uova e miele, detta ovamellita; nel Cinquecento, a Firenze, l’omelette era chiamata, per la sua forma “pesce d’uova” (nome che mantiene ancora oggi nella Sicilia orientale).

Per cuocere un’omelette occorre una padella di ferro (non lavata ma pulita con carta da cucina) o di materiale antiaderente leggermente unta d’olio o di burro.

Continua a leggere

Ricette base, il Pan di Spagna all’italiana

pandispagnaPan di Spagna è il nome che in pasticceria si dà ad un impasto morbido e soffice, non lievitato, e cotto al forno. Lo si usa raramente da solo e viene piuttosto utilizzato per preparare dolci inzuppati, pasticcini, torte farcite.

La ricetta è antica e si trova in libri del Seicento ( fra gli altri quello del Tanara, “L’economia del cittadino in villa“).

E’ uno dei dolci più semplici, a base di uova, zucchero, fecola di patate che, appunto per la mancanza di altri ingredienti che ne eleverebbero il potere calorico, può essere usato in diverse occasioni. E’ indicatissimo nelle inappetenze dei bambini, nell’alimentazione di persone anziane, nei soggetti sottopeso e, in genere, nella dieta di tutti coloro che non riescono con la razione normale a raggiungere la quota di zuccheri di cui necessitano Continua a leggere

Saporite melanzane alla provenzale

melanzaneripiene La melanzana è una pianta probabilmente originaria dell’India.

Il frutto è una bacca voluminosa con buccia lucente, spessa, e polpa fibrosa, dura e di sapore amaro che diventa tenera e gradevole con la cottura.

Le diverse varietà sono caratterizzate dalla forma del frutto e dal suo colore (nero-violetto, viola chiaro, porporino, bianco).

Il loro uso in cucina è molto discontinuo: nell’Italia Settentrionale compaiono raramente in tavola cucinate, per lo più, senza fantasia, mentre nel Sud, ed in particolare in Sicilia, sono un cibo insostituibile e contano un ricettario molto ricco e variato.

Si va dalle paste asciutte come la pasta alla Norma, alle guarnizioni; inoltre, messe sott’olio, le melanzane costituiscono un ottimo antipasto.

Eguale entusiasmo nella cucina mediorientale e in quella turca.

Per prepararle a qualsiasi uso è necessario che le melanzane vengano tagliate in fette, più o meno sottili, cosparse di sale (preferibilmente grosso)  da entrambi i lati e poste a scolare per almeno un paio d’ore. Questo procedimento fa sì che esse perdano il loro liquido amaro.

Prima di utilizzarle per la preparazione desiderata è necessario sciaquarle e asciugarle su un panno. Continua a leggere

Sformato di spinaci

sformato-di-spinaci Lo sformato è una preparazione fondamentale comune alle cucine di molti Paesi con l’impiego di vari elementi, dal riso al semolino, dal pesce alle verdure.

Questa preparazione ricorda i sufflès ma, al contrario di questi ultimi, non è leggero e montato, ma deve risultare piuttosto compatto pur senza essere massiccio e pesante.

Come composizioni analoghe, anche lo sformato è composto da una purea o un trito di elementi vari – carni, verdure, farinacei, ecc. – legati con una salsa bianca, o con uova, aromatizzati in vari modi.

La cottura tradizionale è quella a bagnomaria; più raramente si impiega la cottura diretta al forno, in quanto lo sformato non deve avere una crosta dura, ma solo – e non sempre – una gratinatura in superficie.

Viene solitamente servito caldo, con guarnizioni di verdure, qualche volta accompagnato da una salsa dal sapore più accentuato di quella legante; oppure è lo sformato stesso, se di riso o verdure, ad essere offerto come guarnizione.

Uno sformato semplice da preparare e di sicuro effetto, da poter usare come piatto unico accompagnato da un sostanzioso antipasto o come contorno, è lo sformato di spinaci.

Continua a leggere

Sandwiches di pollo, per uno spuntino sfizioso

sandwich di pollo Sandwich è il nome “elegante, adottato nel secolo scorso in Europa, per indicare una delle più vecchie preparazioni contadine, cioè le due fette di pane  racchiudenti il pranzo o la merenda di chi era costretto a nutrirsi sul posto di lavoro.

La leggenda attribuisce  la trasformazione all’ inglese John Montague, conte di Sandwich (1717 – 1792), che, per non abbandonare il tavolo da gioco, si faceva portare panini imbottiti, ai quali legò, in tal modo, il proprio “titolo”.

Nel linguaggio odierno il sandwich si distingue dal panino vero e proprio perchè composta da due fette di pane morbido (di solito carrè, bianco o anche di segale) senza crosta, tagliate in misura uguale, in forma rettangolare, quadrata o triangolare, farcito con elementi diversi.

Un sandwich deve essere morbido, con il ripieno della esatta misura delle fette di pane, spalmato o disposto in modo da ottenere uno spessore omogeneo. Per conservarne la morbidezza di usano composti spalmabili (quali burro, maionese o salse cremose), verdure crude, quali fette di pomodoro ben sgocciolate e foglie di lattuga.

I sandwiches variano molto nelle misure: per accompagnare un cocktail si preferiscono più piccoli, triangolari o rettangolari, poco farciti; le merende e i picnic richiedono invece prezzi più grandi e di maggior valore nutritivo.

Di seguito proponiamo un ottimo modo per gustare questi “panini” che può sostituire anche un pranzo.

Continua a leggere

Leggeri e gustosi tortini di zucchine

tortini-freddi-di-zucchineEcco un’idea che permetterà a chi ha poco tempo a disposizione di presentare in tavola, in un quarto d’ora, un originale contorno che all’occorrenza  può considerarsi anche come primo piatto.

Il piatto è a base di zucchine, un prodotto dell’orto tipico della stagione primaverile, originario dell’America centromeridionale e ritenuto afrodisiaco durante il Rinascimento.

Continua a leggere

Sfogliatelle con verdure

sfogliatelle con verdureIdea originale per portare in tavola un piatto stuzzicante. Questa ricetta racchiude nella pasta sfoglia la bontà delle verdure.

Questo primo piatto è la giusta scelta per saziarsi con una pietanza che non appesantisce troppo. Raccomandato per fare un figurone con amici e parenti ospiti alla nostra tavola, le sfogliatelle da sempre sono considerate le migliori tra le pietanze  adatte da proporre ai commensali.

In periodo rinascimentale i cuochi, attraverso la ricercatezza delle loro creazioni, volevano dimostrare il fasto dei loro principi.

Continua a leggere

Noce di maiale al curry

noce di maiale al curryArricchire con i sapori dell’oriente la noce di maiale è un’idea vincente; la ricetta che vi proponiamo è a base di curry, una miscela aromatizzante di spezie indiane ormai largamente usate anche in Italia.

Il curry nel 700 fu uno degli alimenti piccanti e speziati che gli inglesi importarono in Europa dalle colonie indiane e che ebbe subito un grande successo per il suo sapore deciso.

Continua a leggere